Back to school: che mal di testa!

Prevenzione

BACK TO SCHOOL: CHE MAL DI TESTA!

Come prevenire il mal di testa da ritorno a scuola

“Mamma non mi sento tanto bene, posso non andare a scuola oggi?”

Puntuale come il suono della campanella in un (quasi) freddo mattino di settembre, eccolo, arriva il primo mal di testa della stagione.

Ma è davvero mal di testa o tuo figlio sta solo facendo i capricci?

Se ti accorgi che il bambino sta in disparte e non gioca, lamenta fastidio per odori e/o rumori, sente il bisogno di dormire più del normale o si copre il viso con le mani, potrebbe in effetti avere un brutto mal di testa.

Considerato dai più come una patologia tipicamente “adulta” perché provocato in molti casi da lavoro, stress e tensioni, il mal di testa nei bambini e nell’adolescenza è invece un fenomeno sempre più diffuso, specialmente in coincidenza con il rientro dalle vacanze e il ritorno sui banchi di scuola.

Le cause che scatenano questo particolare “mal di testa da rientro a scuola” sono riconducibili alla sfera emotiva: ripristinare la regolarità della routine scolastica, lezioni, compiti, attività sportive è fonte di stress per i bambini che faticano a riprendere vari impegni (lezioni, compiti, sport…) dopo un’estate passata a giocare e divertirsi all’aria aperta.

Il repentino cambio di abitudini e di ritmi incide negativamente sulla salute dei più piccoli, così come il tempo passato davanti a TV e videogiochi anziché all’aperto e talvolta persino il cibo della mensa scolastica e la mancanza di un’adeguata idratazione durante le ore passate in classe possono essere nocivi.

Ma come riconoscere questo dagli altri tipi di mal di testa?

Si tratta di una forma di mal di testa caratterizzata da episodi abbastanza frequenti, che compaiono solitamente nel pomeriggio o alla sera, raramente nel week end o nei giorni che lo precedono; il dolore colpisce tutte le zone del capo del piccolo, soprattutto la fronte.

Nei casi più gravi può verificarsi anche 1-3 volte nell’arco di un mese, a volte accompagnato da sintomi come nausea e vomito, costringendo i bambini a casa anche per un’intera settimana.

Ma niente paura! Ecco alcuni consigli che possono essere utili per attenuare il fastidio del mal di testa e prevenirne la comparsa:

  • A letto presto! Mantenere il sonno di tuo figlio il più regolare possibile è fondamentale per scongiurare il pericolo del mal di testa.
  • Bando alle schifezze! Cerca di limitare il consumo di cibi a rischio come cioccolato, merendine, formaggi stagionati, insaccati…
  • Oh issa! Almeno mezz’ora di attività fisica moderata è un toccasana per il corpo e per il mal di testa.
  • Attenzione con le medicine! Somministra medicinali solo se necessario nei tempi e nei dosaggi corretti.
  • Finita la pacchia? Se capisci che non si tratta di mal di testa, probabilmente tuo figlio è solo un po’ spaventato dal ritorno a scuola, rassicuralo e cerca di ritagliare del tempo per giocare con lui. Prima il dovere sì, ma poi il piacere!

Gli articoli del benessere

  • Il mal di testa da stress... per il rientro in ufficio!

    Sensazione di spaesamento, mancanza di entusiasmo e stanchezza sono praticamente la norma per chi ritorna alla scrivania, ma in molti casi si possono accusare sintomi più gravi come dolori muscolari, sudorazione eccessiva, tachicardia, insonnia e ovviamente il sempre (s)gradito ospite: il mal di testa, da stress per giunta!

  • GODITI IL VIAGGIO...

    Cibo, ritmo del sonno, fuso orario, clima… sono tutti fattori che possono scombussolare non poco il nostro organismo, specialmente per chi è soggetto a mal di testa.

  • MAL DI TESTA NEI RAGAZZI? ECCO UN RIMEDIO SEMPLICE

    Sembra proprio che la gomma da masticare incida sull’insorgenza del mal di testa nei ragazzi e circa l’87% degli adolescenti che soffrono di mal di testa potrebbe curarsi semplicemente rinunciando alla gomma americana.

  • Stile di vita sano per prevenire l'emicrania

    Uno stile di vita adeguato è noto per influenzare in maniera positiva la frequenza della cefalea, soprattutto se si tratta di emicrania.

Le videopillole

I racconti

  • Monitora il tuo ciclo sonno-veglia per riposare bene

    Fabrizia è un’amica di vecchia data del nostro mental coach. A causa del suo lavoro di hostess, delle lunghe tratte di volo e del jet lag, non riesce più a dormire bene. Un vero problema per la sua salute e per la sua testa, ma anche stavolta Gioaladino sa esattamente come consigliarla.

     

  • Bevi 2 bicchieri d’acqua mattino, pomeriggio e sera

    Silvia ha 36 anni, è mamma e manager e vive a Milano.

    Silvia è sempre talmente affaccendata da dimenticarsi persino di bere acqua e questo le causa continui e intensi mal di testa. Per fortuna il nostro mental coach ha una soluzione per aiutarla…