CEFALEE AUTONOMICHE TRIGEMINALI

CEFALEE AUTONOMICHE TRIGEMINALI

Le cefalee autonomiche trigeminali sono un gruppo di cefalee primarie tipiche dell’adulto molto più rare rispetto alla cefalea tensiva e all’emicrania.

In questa categoria di mal di testa rientrano varie forme di cefalea caratterizzate un dolore molto intenso e strettamente unilaterale, solitamente localizzato nella zona degli occhi e/o della tempia e in associazione ad una serie di sintomi detti "vegetativi" come ad esempio l'abbassamento palpebrale (ptosi), il restringimento della pupilla (miosi), l'arrossamento oculare, la lacrimazione, l'ostruzione e/o secrezione nasale, arrossamento e sudorazione del volto.

La cefalea a grappolo è la forma più frequente di questi tipi di mal di testa.

Essendo una tipologia di cefalea più rara e difficile da trattare, è necessario un esame obiettivo approfondito soprattutto per differenziare le cefalee autonomiche trigeminali dalla nevralgia del trigemino e dai mal di testa secondari.

Se soffri di una cefalea atipica, rivolgiti al Centro cefalee più vicino a te, troverai medici che comprendono la tua condizione e possono aiutarti ad impostare i trattamenti più appropriati.

 

Gli articoli del benessere

  • Cefalea a grappolo

    La cefalea a grappolo è una rara forma di cefalea che alterna periodi in cui compaiono gli attacchi – detti "grappoli" - e periodi di benessere.

  • Cefalea da sinusite

    Il mal di testa da sinusite è una cefalea secondaria, che ha uno stretto rapporto di causalità con la sinusite.

  • Nevralgia del trigemino

    La nevralgia del trigemino è il più comune dei dolori facciali ed è caratterizzata da attacchi di dolore improvviso e lancinante.

  • Cefalea da farmaci

    Si parla di cefalea secondaria all’ iperuso di farmaci quando la cefalea ricorre più di 15 giorni al mese per un consumo eccessivo di farmaci.